Cosa gli uomini vogliono sentirsi chiedere

Cosa Vogliono sentirsi dire gli uomini

cosa gli uomini vogliono sentirsi chiedere

Quando spiego questo alle persone che conosco, le donne pensano che do troppa importanza a una sciocchezza. Per loro non esiste in realtà alcuna differenza. anzi, il “Potresti?” è un approccio forse più educato. Ma per molti uomini la differenza c’è, ed è importante. Ecco commenti di tre di loro.

1. Quando mi viene chiesto: “Potresti mettere in ordine il cortile sul retro,” io lo interpreto nel senso letterale. Dico: “Si Posso farlo, certo è possibile.” Ma con questo non sto dicendo: “Lo farò” e certo non ho la sensazione di assumermi un impegno. D’altro canto, quando mi viene detto “Vorrei che pulissi le scale” mi sento tenuto a prendere una decisione e mi sento disposto a offrire il mio aiuto. Se dico di sì, le possibilità che io mi ricordi di farlo sono molto maggiori perché ho fatto una promessa.

2. Quando lei dice: “Ho bisogno del tuo aiuto. Potresti aiutarmi, per favore?” mi sento criticato, come se in qualche modo fossi già in difetto. Non vivo il suo atteggiamento come un invito a dimostrarmi il bravo marito che, in effetti voglio essere. D’altro canto, “Avrei bisogno che tu portassi questo oggetto, per favore” suona come una richiesta e mi dà l’opportunità di fare il bravo marito. Ho voglia di dire di sì.

3. Quando mia moglie dice: “Puoi cambiare Mario?” io penso dentro di me: Sicuro che posso cambiarlo. Ne sono capace, non ci vuole molto a cambiare un bambino. Ma, se non ho voglia di farlo, non mi scoccia di trovare una scusa. Se invece lei mi chiede: “Cambieresti il pannolino di Mario?” io rispondo: “Certo” e lo faccio. Mi piace partecipare e mi piace contribuire a crescere i nostri figli. Voglio aiutare!

 

Contattami:

Autore dell'articolo: Legamenti D'Amore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.